À toute épreuve: Paul Éluard, Gérald Cramer, Joan Miró

Alla Fondazione Jan Michalski è stata prolungata fino al 30 agosto 2020 l’esposizione «Paul Éluard, Gérald Cramer, Joan Miró | À toute épreuve».

La collaborazione tra il poeta francese Paul Eluard (1895-1952), l’editore svizzero Gérald Cramer (1916-1991) e l’artista catalano Joan Mirò (1893-1983) produsse nel 1958 uno dei più bei libri d’artista del XX secolo.

Eluard scrisse le poesie dell’opera tra il 1929 e il 1930, quando Gala – che aveva sposato nel 1917 – si allontanò per cominciare una relazione con l’artista Salvador Dalì. I testi di Eluard furono pubblicati dapprima nelle Edizioni Surrealiste del 1930, ma fu solo nel 1947 che nacque il progetto per trasformare le poesie in un libro d’artista, corredato dalle illustrazioni di Mirò.

Eluard e Cramer stabilirono assieme l’importanza e i posizionamenti della tipografia; sulla base delle loro indicazioni, Mirò concepì le sue grafiche. Dopo aver scoperto le xilografie di Gauguin, Mirò scelse i legni, li intagliò e stampò a colori, accompagnando e integrando le poesie.

In collaborazione con la Fundacio Joan Miro, che gli dedicò una mostra nel 2017, la Fondazione Jan Michalski racconta a sua volta la storia del libro di questo grande artista attraverso una serie di corrispondenze, fotografie, le matrici e le copie conservate.